Farina di Moringa: come usarla per ricette in Cucina

La farina di Moringa è la dimostrazione che un alimento naturale può essere allo stesso tempo salutare e appetitoso e facilmente utilizzabile in cucina.

farina di moringa

farina di moringa

Sappiamo già che la Moringa Oleifera ha diversi effetti benefici sulla nostra salute: pensiamo solo alla capacità di migliorare lo stato del nostro apparato cardiocircolatorio e soprattutto il potere depurativo che questa sostanza ha.

Inoltre la Moringa oleifera ha un’ottima azione antiossidante e antinfiammatoria, oltre a mostrare un profilo nutrizionale molto ricco di sostanze importanti (e con un contenuto calorico molto basso).

Un alimento meraviglioso: il problema può essere quello di inserirlo nella nostra dieta, in modo da sfruttarne i benefici. Ovviamente esistono diversi integratori a base di moringa, ma possiamo sfruttare le proprietà di questa pianta anche nella cucina di ogni giorno.

Qui trovi il nostro catalogo di prodotti a base di Moringa Oleifera.

Grazie all’utilizzo della farina di Moringa Oleifera infatti, potremmo dare un gusto nuovo a diversi piatti, rendendo ancora più salutare e piacevole il momento del pranzo (o della cena).

Farina di moringa: come si ottiene?

La farina di moringa si ottiene dalla macinazione delle foglie essiccate della pianta: nelle foglie infatti si riscontra una concentrazione di vitamine e minerali di gran lunga maggiore rispetto alla frutta e alla verdura che normalmente portiamo in tavola.

Basta considerare il contenuto in vitamina A e vitamina C (due dei più efficaci antiossidanti presenti in natura), di un minerale così importante per la salute delle nostre ossa  come il calcio (le foglie di moringa ne contengono più del triplo del classico latte vaccino) e di potassio (importante per la salute dei nostri muscoli: 100 grammi di foglie di moringa ne contengono la stessa quantità di 300 grammi di banane).

Inoltre non dimentichiamoci che la moringa è un ottimo supplemento durante le diete dimagranti: infatti, oltre ad aumentare il metabolismo basale, la Moringa ha un elevato contenuto di proteine, importante per mantenere il giusto livello di energia.

Il sapore della farina di moringa, leggermente piccante, permette di sposarla con molta facilità ai piatti salati (per esempio è sicuramente da provare la pizza moringa, un classico della cucina italiana reso più leggero e salutare): ma se ci piacciono i sapori forti, possiamo provare anche abbinamenti più arditi. Vediamoli insieme.

Farina di moringa, minestre e zuppe di verdura

La farina di moringa rappresenta un ottimo ingrediente per le minestre di verdure oppure per le zuppe (così piacevoli nella stagione invernale). Anzi il leggero retrogusto piccante fa sì che la minestra acquisti un sapore del tutto nuovo.

L’unica accortezza per utilizzare la farina di moringa in questi piatti è quella di evitare di cuocere la farina stessa: infatti la cottura porta alla perdita di parte delle sostanze nutritive contenute nella moringa.

Quindi la scelta più indicata è quella di aggiungere la moringa alla fine della cottura, mescolando bene: la farina ci sarà utile anche per addensare zuppe e minestre, nel caso siano troppo brodose.

Frullato con farina di moringa

Se vogliamo dare un sapore diverso al nostro frullato, possiamo provare a mescolare 2 pere 2 arance tagliate in pezzi, 1 mandarino tagliato in pezzi, 20 grammi di frutta secca (scegliamo liberamente secondo il nostro gusto fra noci, mandorle o anacardi), 1 cucchiaio di farina di moringa, 1 cucchiaino di miele integrale.

Mettiamo tutti gli ingredienti nel frullatore e aggiungiamo 150 ml di acqua (anche frizzante, se preferiamo): frulliamo per qualche secondo, finchè non otteniamo una crema vellutata, pronta da bere subito.

Si tratta della ricetta migliore per uno spuntino veloce, con poche calorie ma in grado di soddisfare il palato: con questo frullato faremo il pieno di vitamine e antiossidanti e potremmo sfruttare al massimo le proprietà della moringa.

Se vogliamo cambiare gusti (in modo da non annoiarci mai) possiamo utilizzare le banane, i kiwi oppure le mele, sostituire l’acqua con la spremuta di arancio e aggiungere un pizzico di zenzero al nostro frullato: otteremo un sapore ancora più piccante, ma potremmo davvero bere una bevanda miracolosa.

Vuoi provare Moringa in polvere o in capsule? Qui scopri la dose giornaliera di Moringa da assumere consigliata.

Qui trovi un video molto interessante sulla Moringa, sulla sua coltivazione e lavorazione, e suoi suoi benefici.

Farina di moringa e insalata

Se la solita insalata ci annoia, possiamo dare un gusto nuovo aggiungendo 1 cucchiaio di farina di moringa: basterà scegliere la verdura fresca, condire con aceto di mele (o limone) e poco olio extravergine e potremmo anche evitare di utilizzare il sale, perchè l’aroma della moringa cambierà immediatamente il gusto della nostra insalata.

Farina di moringa e pesto

Ecco un classico della cucina regionale: una salsa per condire a freddo la pasta, preparata con 1 spicchio d’aglio, 50 grammi di foglie di basilico, 40 grammi di parmigiano reggiano, 30 grammi di pinoli e 100 ml di olio extravergine di oliva.

Frulleremo insieme tutti gli ingredienti, a cui aggiungeremo il parmigiano reggiano e 1 cucchiaio di farina di moringa: un condimento veloce e salutare per la nostra pasta integrale.

La farina di moringa permette di sfruttare anche in cucina le proprietà di questa pianta così utile per la nostra salute, in modo semplice e gustoso.

Leave a Reply