Dieta leggera: cos’è e come farla

 Dieta leggera: cos’è e come farla

Prima di Natale, dopo gennaio, prima di Pasqua e prima dell’estate. Sono solo alcuni dei periodi dove sempre più uomini e donne iniziano la settimana con un buon proposito: da lunedì dieta. Ma qual è la dieta leggera da praticare per sentirsi in fora?

Una ricerca ha evidenziato come molti alimenti realizzati appositamente per coloro che seguono una dieta sono spiacevolmente ricchi di sale ed elementi industriali che non aiutano per niente il nostro organismo. Molto meglio consumare un vasetto di yogurt intero che uno parzialmente scremato. Questo è solo un esempio per dire che, tante volte, quando pensiamo di mangiare “dietetico” non riusciamo a dimagrire perché in realtà assumiamo molte più calorie di quanto crediamo.

dieta-leggera-cibi

E magari ci priviamo di alimenti nutrienti e sani, come la pasta, soffrendo inutilmente la fame. Senza contare poi gli attacchi di voracità serali, veramente difficili da controllare. Molto meglio, allora, imparare a valutare con più accortezza quello che mettiamo nel piatto o che stiamo cucinando, limitando grassi e zuccheri, che spesso si nascondono negli alimenti. Chi si accorgerebbe, difatti, che in un solo bicchiere di tante bevande gassate si nascondono ben 4 cucchiaini di zucchero? Insomma, da una parte si tratta di consumare porzioni equilibrate, dall’altra di preparare pietanze con ingredienti più leggeri.

Come ridurre le calorie in una dieta leggera:

Condimenti per seguire una dieta leggera

Controllate sempre l’olio che consumate: non superate mai i 2-3 cucchiaini per ogni pasto principale. Se cucinate per la famiglia, calcolate un cucchiaino a testa per commensale. Quando mangiate fuori, ordinate pietanze non condite e pensateci voi.

Pasta e pane

Quando potete, scegliete pane e pasta integrali, meno calorici e più sazianti. A pasto, scegliete se mangiare pasta o pane (oppure patate) stando su una porzione di 60-80 g a pranzo e 30-60 g a cena (pesatele a casa e memorizzate i diversi volumi). A colazione o come spuntino, calcolate 20-30 g di pane o cereali.

Carne o pesce

Fuori casa, ordinateli solo se cucinati semplicemente, alla piastra o lessati. Chiedete al personale di non condirli. Evitate, invece, gli arrosti e gli spezzatini, con molti grassi nascosti. E, ovviamente, cibi impanati e fritti.

Ortaggi

Sia conditi a crudo, alla griglia o ripassati in padella, le insalate o i contorni di verdura sono spesso ricchi d’olio. Idem per i purè di patate o altri ortaggi: preferite sempre gli ortaggi al naturale e conditeli voi.

Dolci

Al mattino o negli spuntini, sostituite biscotti e pasticcini con pane integrale spalmato da composta di frutta. Come zucchero o miele, non superate i 2 cucchiaini al giorno.

Gli ingredienti indispensabili per una dieta leggera:

dieta-leggera

Per stare in forma è bene non eccedere con i grassi, per questo per condurre al meglio una dieta ipocalorica sì a ingredienti sani e poco raffinati come frutta e verdura. La frutta sebbene sia sana contiene zuccheri quindi è meglio, come dicono gli esperti, consumarla lontano dai pasti come merenda o a colazione.

I fiocchi di avena sono perfetti per essere consumati insieme allo yogurt di prima mattina o a merenda. Aiutano a regolarizzare il flusso intestinale e a dare un senso di sazietà generale. Le gallette di riso sono un toccasana per quei momenti di fame in cui si vorrebbe sgarrare mangiando pane o pizza. Consumando invece tre gallette non vi sentirete in colpa ma sarete sazie!

Astrid Oriani

Ciao sono Astrid, Appassionata di cucina e di blogging. Ho iniziato scrivendo per il mio blog personale di cucina, poi mi sono appassionata alla scrittura ed ho intrapreso collaborazioni con molti siti web del settore.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *