Linfociti alti o altissimi: cosa sono, cause e consigli

Effettuare periodicamente gli esami del sangue è fondamentale per la salute. Se, quando si riceve l’esito, ci si accorge di avere i linfociti alti o altissimi, bisogna intervenire con tempestività. Se sei qui, quasi sicuramente vivi in prima persona il problema e vuoi saperne di più.

Come appena detto, la prima cosa che devi fare è consultare il medico. Nel frattempo, nulla vieta di informarti con la guida che abbiamo creato per te, spiegandoti passo passo la natura della condizione e come risolverla.

Cosa sono i linfociti

Cosa sono i linfociti

Cosa sono i linfociti

Iniziamo dalle basi. Vediamo cosa sono i linfociti e cominciamo con il dire che sono cellule del sangue. Per essere più precisi, specifichiamo che appartengono al gruppo dei globuli bianchi e che ne costituiscono una percentuale compresa tra il 20 e il 40. Sono cellule che derivano dalla linea linfoide delle staminali multipotenti del midollo osseo.

Il loro ruolo è di importanza chiave. I linfociti, infatti, agiscono combattendo in maniera selettiva gli antigeni che aggrediscono l’organismo umano. A livello morfologico, i linfociti si contraddistinguono per via delle loro piccole dimensioni e per il nucleo ovale.

Il citoplasma è scarso e i granuli scarsi. Nel complesso, possiamo distinguere diversi tipi di linfociti. Ecco quali:

  • Linfociti B
  • Linfociti Τ
  • Linfociti NK

Ovviamente ci sono delle differenze. Nel primo caso, i linfociti sono responsabili dell’immunità umorale degli anticorpi. La seconda tipologia, invece, è alla base dell’immunità cellulo mediata. La funzione dei linfociti NK è invece quella di intervenire nella risposta immunitaria precoce.

Linfociti alti o altissimi cause

Linfociti alti cause

Linfociti alti cause

Alla base dei linfociti alti possono esserci diverse cause. Quali sono le più frequenti? Nell’elenco è ben includere l’uso di farmaci, l’insorgenza di infezioni, ma anche patologie come l’artrite reumatoide e l‘epatite.

Alla base dei linfociti alti o altissimi ci sono anche altre condizioni patologiche gravi, tra le quali è possibile ricordare il morbo di Chron, la mononucleosi e la leucemia. In questo caso, si può parlare sia della firma acuta, sia di quella acuta linfocitica.

A causare i linfociti alti possono essere anche i seguenti fattori

  • Pertosse
  • HIV/AIDS
  • Citomegalovirus
  • Vasculite
  • Mieloma multiplo
  • Linfoma
  • Malattie autoimmuni come il lupus e la sindrome di Felty. Quest’ultima condizione, è associata spesso all’artrite reumatoide.

In linea di massima, si può dire che, quando i linfociti sono troppo alti, il sistema immunitario è in piena azione e sta difendendo il corpo da una minaccia in corso. La condizione di chi ha i linfociti alti è nota come linfocitosi.

Cosa fare

Se ci si accorge di avere i linfociti alti è consigliabile consultare tempestivamente il proprio medico. Come già visto, le cause riguardano condizioni anche molto gravi, alcune delle quali di natura tumorale. Lo specialista è in grado di dare informazioni sul miglior intervento risolutivo possibile a seconda della situazione.

Di rimedi naturali per curare i linfociti alti non ce ne sono. Di sicuro c’è, però, che con l’esercizio fisico e l’alimentazione sana è possibile prevenire le patologie che causano l’aumento di questi globuli bianchi.

Rimedi naturali

In farmacia o in erboristeria puoi trovare tanti prodotti naturali con cui risolvere il problema. Se si hanno i linfociti alti bisogna contattare il proprio medico, ma per valori di poco alti si può provare con compresse o gocce naturali che vanno a potenziare le difese immunitarie. Tra quelli più consigliati ve ne indichiamo un paio che sono efficaci, sicuri e di alta qualità.


Immune Nu di Medimax

Prezzo: 34,95 EUR

Descrizione: è un integratore ricco di vitamina C ed E. Grazie ad ingredienti come Propoli, Pappa Reale e sali minerali, aiuta a mantenere alte le difese immunitarie in maniera sana e naturale.

SCOPRI DI PIU’ >


integratore-vitaminico-difese-immunitarieProto-col Defence

Prezzo: 24,99 EUR

Descrizione: quando l’influenza o i malanni di stagione rischiano di debilitarti un ottimo rimedio naturale è fare il pieno di vitamine e sali minerali. In questo modo mantieni le tue difese immunitarie alte prevenendo ricadute e altri problemi di carattere influenzale.

SCOPRI DI PIU’ >


Valori normali

I valori normali dei linfociti sono ricavabili dalla seguente formula: 1.5–3.5 x 109/l. Da ricordare è che gli intervalli possono cambiare a seconda dei parametri seguiti dai singoli laboratori. Mostrare gli esiti dell’esame al medico curante è quindi a migliore soluzione per capire come sta andando davvero la situazione.

I valori possono essere soggetti a variazione in caso di chemioterapia, terapia con farmaci cortisonici, assunzione di farmaci immunosoppressivi, stress, recenti operazioni chirurgiche.

Linfociti alti in gravidanza

Linfociti alti in gravidanza

Linfociti alti in gravidanza

Se sottoporsi periodicamente agli esami del sangue è importante, quando si è in gravidanza è essenziale. Anche nel corso dei nove mesi di gestazione può capitare di avere i linfociti alti. Se non si presentano sintomi specifici come l’inappetenza e la febbre, i valori alti dei linfociti rappresentano una normale risposta del corpo della donna a una condizione fisica nuova.

Per aiutarti a capie meglio la situazione, ricordiamo che non è raro avere i linfociti alti anche durante il ciclo mestruale. Se anche i neutrofili, i globuli bianchi più abbondanti, sono fuori norma, è opportuno consultare il proprio medico curante.

Il quadro appena descritto è associabile a un’infezione in corso, che può risultare pericolosa per il feto e per la madre.

 

Leave a Reply