Monuril per cistite in bustine: a cosa serve e come usarlo

Le infezioni e le infiammazioni alle vie urinarie sono purtroppo molto frequenti sia tra gli uomini, sia tra le donne. Come ovviare al problema? Ricorrendo a rimedi efficaci come Monuril bustine. D

i cosa si tratta di preciso? Di un farmaco antibiotico che ha come principio attivo la fosfomicina, una sostanza che risulta particolarmente utile contro batteri appartenenti al genere Escherichia ed Enterobacter, giusto per citarne due (se ne potrebbero richiamare anche altri).

Il Monuril viene prodotto dall’azienda farmaceutica Zambon. Se vuoi sapere qualcosa di più sulle sue caratteristiche, leggi la guida che abbiamo preparato e che contiene anche dei consigli su come usarlo in gravidanza.

Monuril bustine cosa serve?

monuril per cistite

monuril per cistite

Iniziamo dalle basi, ricordando che Monuril bustine è utilizzato per il trattamento della cistite in primo luogo. Questo farmaco mutuabile – appartiene alla classe A e viene rilasciato solo previa presentazione di ricetta medica – è efficace anche contro le infezioni urinarie in generale.

La sua assunzione è frequente soprattutto tra le donne e per un motivo particolare. Quale di preciso? L’uretra più corta, indi più vicina alla zona anale. Questa peculiarità dell’anatomia femminile rende più facile la contaminazione da parte dei batteri fecali.

Monuril bustine Dosaggio

In linea di massima, ai soggetti adulti viene consigliato di assumere una sola bustina di Monuril al giorno e, in caso di infezioni o infiammazioni particolarmente gravi, di ripetere il trattamento dopo 24 ore. Essenziale è specificare che, dopo l’assunzione della prima dose di Monuril bustine, si possono avvertire ancora dei piccoli fastidi.

La loro presenza non deve in alcun modo far temere un insuccesso terapeutico.

Monuril per cistite come usarlo

Per massimizzare l’efficacia di Monuril bustine, esistono dei consigli molto semplici da seguire. Il principale riguarda il fatto che il farmaco andrebbe assunto la sera prima di coricarsi, possibilmente con la vescica vuota.

Perché questo? Per il semplice motivo che, in questo modo, si riesce a mantenere il principio attivo più a lungo in circolo nel corpo. Considerando che uno dei più importanti sintomi della cistite – se non il più rilevante in assoluto – è il continuo stimolo a urinare, di giorno sarebbe difficile far agire bene il farmaco.

Un altro consiglio per velocizzare l’assorbimento della fosfomicina consiste nell’assumere il Monuril bustine almeno due ore dopo il pasto. Il cibo, infatti, rende più ostico il processo in questione. Si tratta solo di un consiglio di buonsenso non strettamente necessario. Gli alimenti, infatti, si limitano a ritardare l’assorbimento del principio attivo ma non lo impediscono. Dopo l’assunzione, il farmaco concretizza i suoi effetti per circa 48 ore.

Monuril in gravidanza come usarlo e consigli

Il Monuril bustine, se assunto in gravidanza, non presenta rischi particolari per la salute del feto o della futura mamma. Nonostante questo è fondamentale consultare il medico prima di iniziare l’assunzione.

Anche e soprattutto in questo caso è necessario appurare la mancanza di allergie al principio attivo e ai suoi eccipienti.

Per quanto riguarda le dosi, si consiglia sempre di mantenersi su una bustina al giorno. Lo stesso discorso, dalla prudenza ai dosaggi giornalieri, vale per chi sta allattando.

Controindicazioni

Le principali controindicazioni all’uso di Monuril bustine riguardano i casi di soggetti allergici o ipersensibili al principio attivo del farmaco o a uno dei suoi eccipienti. L’assunzione di questo presidio dovrebbe essere evitata anche in caso di insufficienza renale e di terapia di emodialisi in corso.

Per quanto riguarda gli effetti indesiderati, da includere sono gli episodi di nausea, di diarrea e di cefalea.

Molto rara è la manifestazione di asma e di colite. Un doveroso cenno va fatto ai casi di chi è allergico al principio attivo e deve comunque affrontare una cistite. In questi frangenti, una valida alternativa naturale al Monuril bustine è costituita dagli integratori a base di mirtillo e di uva ursina.

Per quel che concerne le interazioni, la principale è con la metoclopramide, un farmaco che viene utilizzato soprattutto per prevenire l’emesi.

Prezzo

Per finire, parliamo del prezzo di Monuril bustine. Questo farmaco ha un costo per il pubblico pari a 11,36 euro. In commercio si possono trovare ovviamente diversi generici, il cui prezzo di partenza parte da 6 euro circa. Si riconoscono perché sulla confezione è scritto il nome del principio attivo seguito da quello del singolo brand.

Leave a Reply