Olio di canapa: cos’è e perché fa bene

 Olio di canapa: cos’è e perché fa bene

Si sente parlare sempre più spesso delle caratteristiche e delle proprietà dell‘olio di canapa. Ottenuto dalla spremitura dei frutti di cannabis sativa, è ricco di sostanze nutritive fondamentali per la nostra salute. Se vuoi sapere qualcosa di più in merito, seguici nelle prossime righe. Abbiamo creato una guida completa per introdurre i principali benefici di quest’olio vegetale.

olio di canapa

Iniziamo a vedere cosa è l’olio di canapa. Quando ne analizziamo le caratteristiche principali, dobbiamo specificare che è il risultato della spremitura dei frutti della cannabis sativa I. Scientificamente definibili come acheni, ossia frutti secchi dotati di un pericarpo duro o legnosi, contengono un solo seme noto appunto come seme di canapa, ma anche come granella o canapuccia.

L’olio in questione è composto in prevalenza da trigliceridi. Se non viene sottoposto a raffinazione, può apparire di un colore verde intenso. A seconda della qualità della granella, può contenere anche un po’ di clorofilla.

Benefici

olio di canapa benefici

Come già detto, l’olio di canapa contiene numerose sostanze importanti per la nostra salute. In questo novero è possibile ricordare l’acido alfa linolenico. La presenza di questo acido della serie omega 3, essenziale per la salute del cuore, è uno dei principali benefici olio di canapa.


APPROFONDIMENTI

Scopri 5kind una pomata antinfiammatoria alla Canapa, con una formula lenitiva è l’ideale per dolori e infiammazioni cutanee, ti aiuterà a rilassare i muscoli, migliorare la circolazione e sciogliere articolazioni e tendini rigidi per una flessibilità e mobilità migliore.

Scopri di più.


Assumerlo, inoltre, permette di raggiungere un perfetto equilibrio tra i grassi omega 3 ed omega 6, una proporzione 3:1. In questo modo, si permette all’organismo di sfruttare al meglio questi grassi fondamentali, vantaggiosi contro i tumori e per la salute del cuore.

Da ricordare, inoltre, è che l’olio di canapa è caratterizzato dalla presenza di aminoacidi e di vitamine del gruppo A, E, B e C. Ricco di minerali importanti come il ferro, il calcio, il magnesio, il potassio e il fosforo, contiene anche CBD, altrimenti noto come cannabibidiolo.

Considerato tra i migliori principi attivi della cannabis sativa, non ha effetti psicoattivi e, secondo i più recenti risultati della ricerca, è in grado di ridurre i sintomi del dolore cronico. Anche se gli studi fino ad ora effettuati sono pochi, si parla anche di effetti anticonvulsivi. Ciò significa che il CBD può essere una potenziale alternativa per trattare in maniera non invasiva e mirata la sintomatologia dell’epilessia.

Ritornando ai benefici dell’olio di canapa, è il caso di citare la presenza di fitosteroli. Le proprietà di questo prodotto toccano anche il mondo della cosmesi. Le vitamine del gruppo B aiutano infatti a mantenere morbida la pelle e a contrastare l’azione dei radicali liberi.

Usi terapeutici

Gli usi terapeutici dell’olio di canapa sono molteplici. Negli ultimi anni, è stata appurata la sua efficacia nel trattamento di diversi disturbi a carico del sistema osteoarticolare e muscolare. Un ottimo esempio al proposito riguarda la prevenzione e la cura naturale dell’artrite, dell’artrosi e dei dolori articolari. Questi vantaggi sono legati in particolari alla presenza di magnesio e potassio, due minerali decisivi per la cura delle ossa. Alla luce di quanto appena detto, è da ricordare che l’olio di semi di canapa è consigliata in particolare alle donne, che soffrono particolarmente per la diminuzione della densità minerale ossea.

Secondo diversi studi, l’assunzione quotidiana di olio di canapa (massimo 5 cucchiaini da caffè) sarebbe in grado di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue, con notevoli vantaggi riguardanti la prevenzione delle patologie cardiovascolari.

In alcuni casi, l’olio di canapa è utilizzato nel trattamento dell’asma – i cannabinoidi hanno effetti dilatatori sui bronchi – e di affezioni del derma come la psorioasi, gli eritemi e l’herpes. Capita spesso di sentirne parlare come di una soluzione per problemi tipici del sistema ormonale femminile, come per esempio le cisti ovariche e i dolori mestruali.

In casi come questi, l’olio di canapa agisce come antinfiammatorio e miorilassante. Questi effetti sono legati in particolare ai principi attivi degli acidi gamma linoleici, che determinano una decontrazione muscolare.

Effetti collaterali

L’olio di canapa ha effetti collaterali? I principali riguardano la presenza del ΤHC, il principio attivo psicoattivo della cannabis. Bisogna però specificare che nei semi comuni di cannabis sativa lo si trova in dosi davvero minime. Per notare dei veri e propri danni all’organismo causati dal ΤHC, bisognerebbe assumere litri e litri di olio di canapa ogni giorno, il che è sbagliato a prescindere.

L’assunzione di olio di canapa può creare dei problemi in caso di test anti droga. Per questo motivo, è bene essere in possesso di una prescrizione medica ed esibirla in caso di richiesta.


Scopri una soluzione che ti permetterà di alleviare disagi muscolari e articolari, 5kind è utile anche per concentrare il sonno notturno. 

Post consigliati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *